Come giocare online: la crescita, i meccanismi di sicurezza e la tutela dei giocatori

1835

Il mercato dell’azzardo italiano cresce a ritmo sostenuto e, in particolare, l’offerta web intercetta un numero sempre maggiore di appassionati, aprendo nuove prospettive per un settore dell’economia tricolore sempre più rilevante, ma ponendo anche la necessità di fornire risposta a nuove problematiche.

Bilancio di Esercizio 2017: i numeri del gioco
Quali sono esattamente le dimensioni dell’industria del gioco in Italia?
Il Bilancio di Esercizio 2017 stilato dall’Agenzia delle Dogane o dei Monopoli (o ADM) indicava una raccolta complessiva giunta a quota 101,8 miliardi di euro lo scorso anno. Sottraendo quanto tornato ai giocatori attraverso le vincite, il fatturato complessivo del settore dell’azzardo ammontava a 20,5 miliardi di euro.
Sempre nel 2017, in totale, le entrate per lo casse dello Stato derivate dal gioco erano pari a 10,3 miliardi di euro, somma che esprime con chiarezza l’importanza strategica dell’azzardo per i bilanci del paese.
L’impatto del comparto dell’azzardo sull’economia tricolore non riguarda solo i rilevanti introiti fiscali, ma anche la cospicua forza lavoro coinvolta (pari, secondo alcune fonti, addirittura a 300mila addetti). In effetti, come rivelato da uno studio della Camera di Commercio di Milano, le aziende italiane coinvolte a vario titolo nell’industria del gioco lo scorso anno ammontavano ad oltre 11.000, con un incremento prossimo al 6,9% su base annua.

Online e mobile trainano la crescita del mercato
In questo contesto, come accennato, è soprattutto l’offerta online e mobile a registrare il trend di sviluppo più importante. Nel 2017, le piattaforme di scommesse sportive e giochi da casinò online incassavano oltre 1,38 miliardi di euro (+34% sul 2016), contando ben 2,2 milioni di utenti unici.
Risultati ancora più interessanti per il mercato delle app dedicate alle scommesse sportive e ai casinò game, in crescita di un sorprendente 50% lo scorso anno e con prospettive di sviluppo ancora più interessanti per le annate a venire.

Tutti gli ingredienti della crescita

Le ragioni del successo del gioco online non sono certo difficili da comprendere. Alla passione degli italiani per scommesse e giochi di fortuna (ben 17 milioni i cittadini con età compresa tra 15 e 64 anni protagonisti almeno di una giocata nel 2017) si unisce la praticità del web, che consente di accedere con facilità a palinsesti di eventi sportivi sui quali puntare e a passatempi con premi in denaro davvero di ogni tipo.

Offerta in rapida espansione
Un giro all’interno di uno dei casinò online autorizzati dall’ADM fornisce un’idea della varietà dell’offerta: roulette, slot machine, giochi di carte, videopoker e giochi arcade sono disponibili in una miriade di temi diversi e, in alcuni casi, addirittura in formula live, ovvero con trasmissioni in diretta streaming da sale casinò reali, con tanto di veri croupier a gestire i tavoli.

Standard di sicurezza elevati

A dispetto di quel che si potrebbe pensare, il gioco online – legale – è in primis sinonimo di sicurezza.
Il rilascio della concessione da parte dell’ADM, infatti, è subordinato in primo luogo al rispetto di una serie di stringenti requisiti relativi alla inviolabilità dei sistemi informatici della piattaforma e alla protezione dei dati sensibili di tutti i giocatori.
Dall’adozione dei dovuti accorgimenti nella progettazione dell’architettura informatica all’utilizzo di certificazioni SSL per garantire connessioni criptate, ogni singolo dettaglio viene vagliato attentamente dagli EVA (Enti di Verifica Accreditati) designati dall’ADM, in linea con quanto stabilito dalle normative italiane che regolamentano il settore del gioco.

Trasparenza dei contenuti
I gestori certificati adottano anche politiche orientate alla totale trasparenza, fornendo chiare istruzioni di gioco, regolamenti puntuali, dati aggiornati relativi all’RTP dei singoli intrattenimenti (ovvero al Return To Player, la percentuale della raccolta restituita con le vincite) e ogni altra informazione utile per un approccio all’azzardo online informato e consapevole.

Conto gioco
Tra i meccanismi più importanti messi a punto per favorire la tutela dei giocatori e prevenire utilizzi criminosi delle piattaforme di betting e gambling online spicca quello del conto gioco.
Un conto gioco non è altro che una sorta di conto online, registrato presso un gestore autorizzato, intestato all’utente. Attraverso il conto gioco, è possibile ricevere versamenti ed effettuare pagamenti, come pure riscuotere premi e completare prelievi.
Ogni nuovo conto gioco viene inserito all’interno dell’ACG, ovvero dell?Anagrafe Centralizzata dei Conti Gioco, un grande database sviluppato da Sogei ed ADM al cui interno vengono registrate tutte le operazioni effettuate dagli oltre 8 milioni di conti attualmente attivi in Italia.

Antiriciclaggio
Il monitoraggio dei versamenti e delle spese effettuate dai conti gioco rende possibile evidenziare fenomeni di riciclaggio, perpetrati ad esempio attraverso la tecnica del Chip Dumping (che consiste nel passaggio di chip da un giocatore all?altro nel corso di una partita di poker).
Non solo, il conto gioco è anche uno strumento di tutela del giocatore e di controllo da parte del gestore. Per attivare il conto, è necessario dimostrare la propria identità inviando copia o scansione di un documento. Solo a seguito di questa verifica e dopo aver accertato la maggiore età del nuovo utente, l’operatore può procedere con la convalida dell’utenza e del conto ad essa associato.
Questo meccanismo consente di escludere automaticamente tutti i soggetti minorenni, oltre ad eliminare la possibilità che uno stesso giocatore sottoscriva più conti gioco con lo stesso gestore.

Autolimitazione
Interessante ricordare come ogni nuovo giocatore sia anche tenuto ad indicare un tetto di spesa massimo (solitamente settimanale). Questa “autolimitazione” rende impossibile dilapidare con il gioco online somme superiori a quelle preventivate in un primo momento, offrendo un’importante garanzia ai giocatori inclini a perdere il senso della misura.

Autoesclusione
A partire dai primi mesi di questo anno, con l’introduzione del RUA (il Registro Unico delle Autoesclusioni), un altro importante meccanismo, quello di “autoesclusione” è stato potenziato. Qualunque giocatore, in qualunque momento, può scegliere di inibire l’accesso al proprio conto gioco, sia in maniera temporanea che permanente. La richiesta viene inviata ad un singolo operatore e, in automatico, diventa valida universalmente, per tutti i conti gioco registrati dall’utente.

Prospettive future

Nonostante l’annoso problema delle dipendenze dal gioco d’azzardo, occorre sottolineare che nell’ambito dell’offerta online gli accorgimenti adottati per la tutela dei consumatori hanno prodotto e continuano a produrre buoni risultati, segnando almeno in parte un cammino che potrebbe essere intrapreso anche in rapporto all’offerta tradizionale.