Test antidroga del capello: esame con il kit e senza kit

1357
Test antidroga del capello

Il test antidroga del capello è un esame sicuro ed affidabile, che permette di rilevare nell’organismo la presenza di marijuana, cocaina (incluso crack), oppiacei (inclusa eroina, morfina e codeina), ketamina, anfetamine metanfetamine e MDMA, fino a 3 mesi precedenti al test. Viene rilevato anche l’abuso di alcool. Il consumo di cocaina, amfetamina e oppiacei non è più rilevabile dopo 48 ore nella saliva e dopo 72 ore nell’urina. Il test del capello resta, quindi, il metodo più efficace per questo tipo di analisi.

In alcuni casi, su richiesta specifica, è possibile analizzare, a ritroso, gli ultimi 12 mesi del soggetto sottoposto all’esame antidroga.

Il test è fruibile ed accessibile a tutti. Molto semplice e di facile utilizzo, il test antidroga del capello può essere effettuato con kit o senza il kit. Entrambe le tipologie di test sono molto semplici da fare.

Il test antidroga con il kit

ll test antidroga con il kit si effettua con ciò che l’azienda produttrice del test spedisce direttamente a casa. Le operazioni da effettuare sono: tagliare una ciocca, che comprenda circa 150/200 capelli, il più possibile vicini alla radice, in modo che il test sia attendibile al 100%. Dopodiché, basterà inserire la ciocca di capelli appena tagliata sul foglio di alluminio e nella bustina compresi nel kit e spedire all’indirizzo dell’azienda. Com’è facile immaginare, non c’è margine di errore in questo tipo di test, né possibilità che tinture o shampoo con ingredienti particolari possano alterarne il risultato.

Test antidroga senza il kit

Il test senza kit, di solito, viene scelto da chi necessiti di una risposta veloce, senza poter attendere i tempi di spedizione dell’occorrente per effettuare l’analisi del capello. La modalità è molto simile a quella precedente: basterà tagliare una ciocca di 150/200 capelli, conservarla in un foglio di alluminio, richiuderla in una bustina e spedirla all’indirizzo designato. L’accortezza da avere, per entrambe le tipologie, è quella di tagliare la ciocca quanto più possibile vicina al cuoio capelluto. Sia nel test con il kit, che in quello senza, è possibile utilizzare peluria del corpo, o campioni raccolti da spazzole o altri oggetti previo accordo con l’azienda, che si occuperà di spiegare come effettuare il taglio e l’intera operazione, che differisce leggermente da quella del capello.